Delicatessen[32]Le corbellerie seriali di certa Sinistra

7 giugno 2005 Letteratura e arti
Delicatessen[32]Le corbellerie seriali di certa Sinistra

Non che i rapporti della Sinistra (quella con la Esse maiuscola) con l’arte e la cultura siano poi stati mai cos fruttuosi, idilliaci, rassicuranti. A credere a queste cose solo Berlusconi. La Sinistra, invece, ha una sorta di coazione a ripetere le medesime corbellerie. Ve lo ricordate il prode Togliatti e gli ’scarabocchi’ degli astrattisti? E il feeling tra Verdiglione e la Sinistra chic? La difesa di Metello, o lo tsunami di vieti luoghi comuni, conditi di nostalgia glotto-imperialistica che ha visto la Sinistra in prima linea, appena ieri, a difendere la Purezza della Lingua Italiana (brrr!) , tanto da meritarsi i lazzi persino dall’Accademia della Crusca? Insomma: c’ Sinistra e sinistra. Quella di Casadei, per dire, e quella di Sanguineti. Ma poi c’ un limite a tutto e questa faccenda che segnala Riccardo Orioles, sulla sua Catena di San Libero, va oltre. Pare che il filosofo e uomo di spettacolo Sgalambro, alter ego dell’uomo di spettacolo e filosofo Battiato, punta di diamante della coraggiosa pattuglia di intellettuali siciliani che ha sostenuto la candidatura di Bianco a Catania, abbia sciorinato alla stampa, appena tre mesi fa, in piena campagna elettorale, la seguente serie di spropositi : Che palle, questa mafia! La mafia d lavoro. La mafia l’unica economia reale di quest’isola. Ci sono fenomeni della storia, ricchezze che non si possono fare con le mani pulite. A Catania i famosi Cavalieri (…) erano l’unica economia possibile e portavano benessere, nonostante quel che diceva quel piagnone di Claudio Fava. Che belli che erano i tempi degli scarabocchi togliattiani, delle corbellerie di Veltroni sull’italiano. Altro che Casadei, qua siamo a Riina.

Altro in Letteratura e arti

2 Messaggi del forum

  • > Delicatessen[32]Le corbellerie seriali di certa Sinistra 8 giugno 2005 18:41, di Gabriele Pepe

    Strana gente questi filosofi! E se metto insieme quello che delira Sgalambro sulla mafia e l’appoggio dato ad Enzo Bianco mi verrebbe da pensare che allora Bianco e’ un mafioso che avrebbe portato benessere e lavoro a tutti i Catanesi, o no? Due piu’ due fa quattro.

    Che la lingua italiana pero’ stia morendo e’ un dato di fatto ma questa e’ tutta un’altra storia.

    Baciamo le mani

  • > Delicatessen[32]Le corbellerie seriali di certa Sinistra 8 giugno 2005 14:28, di baciamolemani

    E Sciascia? Sgalambro disse che sembrava un mafioso e che aveva degli atteggiamenti da cosa nostra, e ora anche Malerba alimenta queste revisionistiche e provinciali tesi. Ma dare del mafioso a Malerba sarebbe elevarlo dal rango di mafioso letterario (che, si dice in sicilia, come futtiri ca minchia i l’autri) a quello di vero mafioso come Sciascia...................

Altro in Teoria e critica